AJNA


Ajna è il nostro sesto chakra, anche conosciuto come chakra del terzo occhio in quanto situato proprio al centro della fronte, per l’esattezza nell’area tra le sopracciglia. Governa tutti gli organi che si trovano in prossimità di questa zona, quindi gli occhi, l’ipofisi, il sistema ormonale ed il sistema nervoso centrale, composto da cervello e midollo spinale. Il suo nome sanscrito significa “percepire”, proprio perché dal suo centro hanno origine le nostre idee, i presagi e l’intuito. Il nostro guru interiore, ovvero la nostra parte saggia e lungimirante, risiede proprio in corrispondenza di questo chakra.

Ajna è infatti connesso a tutto ciò che riguarda l’intuizione, l’immaginazione creativa, la concentrazione e la lucidità mentale. E’ in questo chakra che noi riusciamo a superare l’ego, a controllare la coscienza ed elaborare le immagini in modo coerente. E’ qui che avviene la nostra comprensione del mondo delle energie sottili.

La sua apertura è spesso associata all’acquisizione di poteri soprannaturali, la vista spirituale che ci permette di vedere cose che le persone comuni non sono invece capaci di vedere. A livello esoterico ciò che invece affascina è che qui si riuniscano le due nadi principali, Ida e Pingala, e quindi avvenga l’incontro tra le dualità, si riuniscano gli opposti: maschile e femminile, sole e luna, emisfero destro e sinistro del cervello, intelletto e intuizione. Il sesto chakra dissolve queste dualità e ci consente di superare la visione dualistica del mondo che distingue in buono e cattivo, in io e te. Superando questa visione degli opposti e pacificando il pensiero, si giunge ad aprire gli occhi sulla verità nascosta dietro l’apparenza.


Ajna è simboleggiato da un loto composto da due grandi petali, uniti in un cerchio, ancora una volta simbolo di dualità riconciliata in un’unità superiore. I due colori che gli vengono associati sono l’indaco e il viola, associati alla spiritualità e all’intelletto.

L’elemento che rappresenta questo chakra è la luce, fonte di energia e simbolo di conoscenza, e l’energia che lo caratterizza è quella della visione, che ci rende in grado di conoscere e interagire con il mondo.

Nome sanscrito

Ajna (letteralmente, “sapere”, “percepire”)

Nome italiano

Terzo occhio, chakra della fronte, sesto chakra

Zona del corpo

In mezzo alla fronte, tra le sopracciglia

Ghiandola corrispondente

Ipofisi

Parti del corpo correlate

Occhi, orecchie, naso, seno paranasale, cervelletto, sistema nervoso, sistema ormonale

Funzione

Intuizione e consapevolezza

Armonizzazione

Comunione interiore, autocoscienza, intuizione, illuminazione, aprtura verso nuove idee, controllo dei propri pensieri, immaginazione, chiaroveggenza

Senso

Intuizione

Simbolo

Un loto con due soli grandi petali, su cui stanno le sillabe Ham e Ksham. Al centro, un cerchio con il grande mantra “OM”

Elemento

Luce

Colore

Indaco

Mantra

OM

Nota

La

Divinità

Shiva, dio della distruzione; Hakini Shakti, dea della perfetta meditazione

Pianeta

Giove

Pietra

Lapislazzuli, quarzo ametista, apatite purpurea, azzurrite, perla, zaffiro


Disequilibrio del chakra

Quando Ajna è BLOCCATO, possiamo incorrere più facilmente in problemi alla vista, apatia, depressione, stanchezza cronica oppure insonnia e nervosismo.
Perdiamo facilmente la memoria e ci lasciamo trasportare da pensieri fugaci, distraendoci facilmente al minimo stimolo. Siamo perennemente divorati da preoccupazioni, ansie e paure e ci convinciamo di essere inutili: veniamo colti anche dall’ossessione di misurare e controllare qualsiasi cosa, spinti dal materialismo e dalla rigidità mentale. Il rischio più grande nel quale incorriamo è quello di smettere di sognare e perdere l’idealismo, convincendoci a rifiutare qualsiasi idea o stimolo che sia spirituale o non legato a fatti tangibili.

Se invece il sesto chakra funziona in modo ECCESSIVO la nostra testa diventa pesante: un’instancabile attività mentale ci porta all’impazienza e all’egoismo, rendendoci arroganti ed egocentrici. La nostra ambizione prevale su ogni cosa, rendendo difficoltoso il rapporto con gli altri e portandoci ad una visione distorta del mondo e di noi stessi, creata da illusioni senza fonamento e false convinzioni.

 

Quando il sesto chakra è in EQUILIBRIO si ha una buona visione di ciò che ci circonda, ma anche di quello che accade dentro di noi. Possediamo un’intuizione forte, di quelle che difficilmente si sbagliano. La nostra mente può contare sulla chiarezza ma anche sull’immaginazione creativa. Ajna armonico indica una sintonizzazione buona con il proprio Sè superiore.

Il sesto chakra in armonia ci dona consapevolezza di chi siamo, di quella che è la realtà e i nostri veri bisogni. Siamo centrati nel qui e ora, la mente e aperta e noi si riesce finalmente a essere i padroni di noi stessi. Si riesce a vedere oltre l’apparenza e questo significa anche smettere di restare ancorati ai beni materiali, si supera la paura della morte, le fobie e tante cose che ci paralizzano e ci separano dal raggiungere le nostre vere potenzialità.

 
Se vuoi riequilibrare questo chakra, trovi una pratica completa sul mio canale YouTube 👉🏻 QUI